COLDIRETTI ROMA: DA MACCARESE IL GRIDO DI ALLARME CONTRO IL RADDOPPIO DI FIUMICINO RIBADITO CON FORZA DAL PRESIDENTE GRANIERI. AL VIA LE ASSEMBLEE PER IL RINNOVO DELLE CARICHE.
20 ottobre 2012

COLDIRETTI ROMA: DA MACCARESE IL GRIDO DI ALLARME CONTRO IL RADDOPPIO DI FIUMICINO RIBADITO CON FORZA DAL PRESIDENTE GRANIERI. AL VIA LE ASSEMBLEE PER IL RINNOVO DELLE CARICHE.

E’ iniziato venerdì scorso, a Maccarese, il ciclo delle oltre 40 assemblee della Coldiretti Capitolina che porterà al rinnovo delle cariche sociali. Un percorso che, senza dubbio, si presenta laborioso ma importante ed edificante per la dirigenza dell’organizzazione e basilare per i soci per evidenziare criticità ed azioni da porre in essere per la tutela del reddito agricolo sempre più minato dalla pesante crisi di questi mesi. Il primo rinnovo di sezione, quindi si è registrato nell’importante comune di Maccarese dove si guarda con grande preoccupazione al raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino senza tralasciare altri problemi legati al rispetto dell’ambiente con i casi degli impianti di biomasse e degli ingenti danni delle nutrie nei campi rigogliosi di una delle zone più importanti a livello agricolo dell’intera regione. “Coldiretti Roma, già in passato, ha sottolineato il proprio disappunto circa il raddoppio di Fiumicino – ha detto il presidente provinciale David Granieri – poiché crede che il depauperamento sino ad oggi effettuato di campi e terreni non deve registrare ulteriori incrementi di ettari e colture penalizzati a vantaggio di imprenditori che sino ad ora hanno dimostrato disinteresse per l’ambiente e l’agricoltura. Su questo tema la nostra attenzione resta alta e di primo piano”. A rappresentare la Coldiretti romana, insieme a Granieri, il vice direttore vicario, Andrea Renna, che ha portato il saluto del direttore, Aldo Mattia, impegnato a Cernobbio, il responsabile di comprensorio, Maurizio Papa ed il presidente di sezione, Giorgio Piovesan che con il direttore del patronato Epaca di Coldiretti Roma, Mauro Zalabra, ha preso parte ai lavori. Oltre 50 gli imprenditori agricoli presenti che hanno discusso a lungo circa le problematiche più importanti del settore. “La Coldiretti, pensa, racconta e fa” ha detto Granieri .In queste riunioni incontreremo gli associati per valutare insieme un percorso che sarà alla base del mandato dei nuovi vertici dell’Organizzazione per poi illustrarlo ai dirigenti di zona.
L’impegno dell’Organizzazione - prosegue il presidente - è orientato al miglioramento del reddito delle nostre aziende e alla valorizzazione del territorio attraverso un progetto per l’intero Paese; Coldiretti, con coerenza, concretezza e lungimiranza, ha saputo cogliere le potenzialità del mercato trasformandole in opportunità per la società e per il territorio. Su questa base dobbiamo continuare ad operare con pragmatismo, passione e determinazione pronti a scendere in piazza, se necessario, per rivendicare le esigenze dei nostri soci come ad esempio per il prezzo del latte.
Al termine dei lavori si è proceduto alla nomina del consiglio di sezione che è risultato così composto: Giorgio Piovesan (Presidente) con i consiglieri Virgilio Boldarin, Emanuele Salvaldio, Alessandro Mengoni, Grazia Amici, Claudio Lauteri Renato Franzo e Stefano Lopez.

Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi