COLDIRETTI VITERBO: ANDARE AVANTI PER TUTELARE REDDITO E OCCUPAZIONE
2 gennaio 2014

COLDIRETTI VITERBO: ANDARE AVANTI PER TUTELARE REDDITO E OCCUPAZIONE

“Un territorio ricco di opportunità per chi le sa cogliere ed apprezzare, per chi, con orgoglio abbassa la schiena per lavorare e per garantire continuità alle nostre tradizioni e dare un senso agli sforzi degli anziani che hanno investito una vita intera nella terra”.
Con queste considerazioni Mauro Pacifici, presidente della Coldiretti di Viterbo, commenta il fine anno del settore agricolo della Tuscia e guarda con sano ottimismo all’anno che è appena iniziato.
“Il bilancio dell’annata agraria, afferma  - è un momento importantissimo per tirare le somme dell’anno trascorso e per tracciare le prospettive dell’anno che verrà, ma soprattutto per rendersi conto, che dietro quei numeri, apparentemente freddi e inanimati, risiede la speranza per le generazioni future, non solo in termini di garanzia di cibo e territorio preservato, ma anche in termini di occupazione, reddito e possibilità di vita.”
Coldiretti Viterbo proprio su questi temi ha fatto delle riflessioni nell’ultimo consiglio di fine anno della propria struttura che oltre a fare gli auguri di Buon Anno è utile per fare sintesi sulle attività realizzate, in essere e future.
“Con l’elezione del nostro nuovo presidente nazionale, Roberto Moncalvo di soli 33 anni, il più giovane presidente delle associazioni di categoria, prosegue Pacifici, abbiamo notevolmente abbassato l’età media dei presidenti delle associazioni d’impresa. Questo è un segnale chiaro che la nostra Organizzazione vuole mandare, dell’idea di futuro che ha e della strada che intende percorrere. Un futuro di giovani guidati dai giovani, un’agricoltura che sa investire nel futuro con l’umiltà di guardarsi indietro per riconoscere la strada.”
A livello locale il direttore Andrea Renna sottolinea.
“In questo territorio si deve riaffermare il ruolo centrale del settore agricolo e non solo a livello numerico ma anche nelle abitudini di consumi ed acquisti di prodotti della Tuscia. Su questo, grazie al Cotral, abbiamo lanciato un messaggio tramite 21 pullman, colto bene dai cittadini che ringraziamo e che ora proseguirà nelle scuole. Abbiamo lanciato un Mercato sperimentale di Campagna Amica dentro le mura del capoluogo che sta avendo successo oltre le attese. Istituiremo delle consulte di ambito per le produzioni più significative senza trascurare le attività minori che comunque garantiscono reddito e occupazione. Partirà il nuovo Psr (Piano di sviluppo rurale) e la nuova politica agricola comunitaria (Pac) e dobbiamo essere pronti per garantire informazioni e servizi e non solo per criticare. Per noi è fondamentale dare risposte con gli strumenti che abbiamo come il nostro consorzio fidi CreditAgri Italia (unico nell’agroalimentare a erogare direttamente a imprese e coop. di tutti i settori) e per il settore delle cooperative che con Ue.Coop. (nostra centrale di cooperative) presente ed attiva anche a Viterbo intraprenderà questi percorsi adatti alle imprese poiché nati dal basso con l’ascolto dei problemi e mai telecomandati per dare risposte solo a pochi. Il solco tracciato in questi mesi rappresenta la bussola per le attività da concretizzare in sinergia con rappresentanti di Istituzioni ed Enti ma soprattutto tentando di dare risposte ai nostri soci, agli imprenditori agricoli che rappresentano per noi la base delle attività da coniugare a supporto anche dei consumatori oltre che a tutelare le campagne e l’ambiente.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi