Domani Giancarlo Caselli a Viterbo con Coldiretti per il progetto “Nutrire la legalità”
13 ottobre 2015

Domani Giancarlo Caselli a Viterbo con Coldiretti per il progetto “Nutrire la legalità”

Coldiretti Viterbo, insieme al Comune di Viterbo, sarà presente domani, mercoledì 15 ottobre, all'evento “Nutrire la legalità”, progetto finanziato dall’Arsial.
Ospite protagonista dell'appuntamento è il giudice Giancarlo Caselli, Presidente del Comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare.
Il “falso” ha raggiunto preoccupanti ed elevati livelli con conseguenze rilevanti anche per il comparto agroalimentare e penalizzazioni sensibili nella propensione all’export dell’Italia. Alcuni prodotti di eccellenza del nostro territorio, quale ad esempio il pecorino romano, l’olio extravergine di oliva e il vino, risultano tra i prodotti maggiormente contraffatti ed imitati.
I comparti più toccati, in generale, sono il latte e i derivati, ad esempio formaggi e bufala, olio, olio di semi, che diventa extra vergine oliva.
Ciò sta creando perdite stimate nel solo settore agroalimentare di circa 60 miliardi nel 2014.

“ Il business delle agromafie e di circa 14 miliardi di euro”, ha già sottolineato Gian Carlo Caselli.
Non solo, “oltre a ciò c’è il problema della contraffazione, per mezzo del quale il mercato del falso fattura 60 miliardi di euro l’anno”, con l’imitazione e la falsificazione di prodotti italiani a opera di aziende straniere, ma anche di italiane localizzate all’estero. Un danno enorme per l’immagine del “made in Italy”, per i consumatori e per le aziende che operano nella valorizzazione della qualità e della tipicità.
Parliamo di casi come il 'Parma Dop' che, al di là del nome, non ha nulla di italiano, e indica un prodotto polacco o comei l Parmesan prodotto in Australia e tanti altri esempi che ormai  sono noti ma che rappresentano per il consumatore una trappola e un inganno continuo.

Su questi temi domani pomeriggio, alle ore 16:30 presso il Pala Expo  di Viterbo (via Faul 20/22), il procuratore Caselli interverrà, per far conoscere la situazione e confrontarsi sul lavoro che Coldiretti sta portando avanti per favorire la legalità e offrire servizi chiari nel territorio, sia per le aziende agricole che devono essere riconosciute e tutelate nel loro lavoro di trasparenza, che per i consumatori che devono essere accompagnati e guidati nella conoscenza della buona agricoltura, sia in termini qualitativi che di lavoro ed attività. L’incontro è aperto a quanto vogliano conoscere e approfondire questi temi. L'introduzione ai lavori sarà tenuta dal Presidente di Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici e dal sindaco di Viterbo Leonardo Michelini. Interverranno Giacomo Barelli, assessore all'Agricoltura del Comune di Viterbo, David Granieri, Presidente Coldiretti Lazio e Romano Magrini, Capo area gestione del personale, lavoro e relazioni sindacali della Confederazione Nazionale Coldiretti.

“Siamo molto contenti che una figura autorevole come Casellli torni a parlare di temi così importanti in questa città dove invitato da Coldiretti, aveva già incontrato i cittadini, in occasione di Caffeina negli anni scorsi” ha dichiarato il Presidente di Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici.
“Quello di domani sarà un incontro centrale e costruttivo: invitiamo tutti a prendere parte attiva tra il pubblico, sia associati, che consumatori e cittadini che vogliono dire basta ai problemi del falso made in Italy” ha infine aggiunto il direttore di Coldiretti Viterbo Ermanno Mazzetti.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi