SORA, CONFRONTO SUL PSR
9 aprile 2016

SORA, CONFRONTO SUL PSR

“Carlo, abbiamo esigenza di correre”. Così Aldo Mattia, direttore della Coldiretti del Lazio, esorta Hausmann, assessore regionale all’agricoltura, a pubblicare i bandi del nuovo Psr che da qui al 2020 veicoleranno alle imprese agricole del Lazio poco meno di 800 milioni di euro. “Se dovesse servire – aggiunge – siamo pronti a usare carta e penna per compilare le domande. Faremo all’antica, come quando non avevamo internet e manco i computer”. “Il ritardo non dipende da noi. Sono pronti 8 bandi – aveva detto poco prima Carlo Hausmann – e valgono 100 milioni di euro per il 2016. Il problema è Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura, ente pagatore) che non ha ultimato la piattaforma informatizzata. Se lo stallo dovesse protrarsi – ha aggiunto – attiveremo la procedura cartacea per consentire agli interessati di formalizzare comunque nei tempi le domande, presentare i progetti e le richieste di contributo. Nulla andrà perso”. Teatro dello scambio di battute è stato il convegno seguito all’inaugurazione di Agralia, al Centro Fiere di Sora. In tema di innovazione, Hausmann ha auspicato che “sia poco costosa, fruibile da una vasta platea e ecosostenibile, che significa ad esempio ridurre il ricorso alla chimica per esaltare la qualità dei prodotti e per limitare l’impatto ambientale”. Un percorso che guarda alle nuove produzioni e alla vendita diretta. L’assessore lancia la sfida. “Il 25% della spesa in farmacia è per l’acquisto di integratori alimentari. Abbiamo materie prime come frutta e olive di qualità straordinaria, perché non produrre noi stessi le matrici degli integratori? E perché non fare trasformazione e vendita diretta dell’agroalimentare? Una impresa agricola che investe 50.000 euro per avviare un piccolo laboratorio aziendale può incrementare di 50.000 euro il proprio fatturato annuo”. Aldo Mattia saluta i promotori di Agralia e in qualità di membro della giunta della Camera di Commercio di Roma annuncia un “sostegno forte del sistema camerale regionale alla seconda edizione”. Il suo pensiero ricorrente sono i giovani. “Sono almeno 1.500 i ragazzi che nel Lazio, grazie al nuovo Psr, possono diventare imprenditori agricoli. E i soldi che finiranno nelle loro tasche (fino a 70.000 euro di contributo) saranno spesi davvero per avviare nuove aziende, non per comprare macchine o motociclette nuove”.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi