Ufficio Zona di Pontecorvo
15 ottobre 2015

Ufficio Zona di Pontecorvo

 “Ho due figlie, entrambe laureate e disoccupate. Possiedo terreni di famiglia e stiamo valutando di investire per avviare un’azienda agricola. Loro sono entusiaste all’idea di diventare imprenditrici, ma abbiamo bisogno di aiuto. Sono qui proprio per informarmi”. Questa testimonianza di madre è stata la pagina più emblematica dell’assemblea promossa a Pontecorvo dalla Coldiretti come tappa di avvicinamento al nuovo Piano di Sviluppo Rurale di prossima pubblicazione. “Sarà soprattutto il Psr dei giovani. Sono tanti i ragazzi e le ragazze – ha detto il segretario di zona Tommaso Di Brango – che bussano ai nostri uffici per documentarsi sulle pratiche necessarie per accedere ai contributi europei”. “Stando alle prime indiscrezioni trapelate, il nuovo Piano – ha aggiunto Alessandro Trasolini, responsabile provinciale della Pac – conterrà misure particolarmente vantaggiose per le donne e i giovani intenzionati ad avviare nuove aziende agricole, ma anche per migliorare la sostenibilità ambientale delle produzioni e favorire i processi di ammodernamento tecnologico delle imprese già attive”. A portare i saluti all’assemblea sono stati il sindaco, Anselmo Rotondo e l’assessore comunale all’agricoltura, Nadia Belli. Ma il ruolo della Coldiretti, come ricordato dal presidente della sezione cittadina, Damiano Renzi, non si limita alla pur preziosa attività di assistenza alla preparazione delle domande di finanziamento. “Con il nostro consorzio fidi – ha detto Stefano Gabrieli, funzionario di CreditAgri – possiamo ottenere dalle banche l’anticipo (fino all’80%) delle somme riconosciute agli imprenditori ai quali verranno approvati e finanziati i progetti”. “Proprio a Pontecorvo – ha ricordato Antonio Scaccia, tecnico convenzionato – abbiamo concluso una pratica del valore di 1 milione di euro per sostenere la nascita di una nuova azienda”. A concludere i lavori è stato il direttore provinciale della Coldiretti, Giuseppe Campione. “Questo Piano di Sviluppo Rurale sarà la base di partenza per la costruzione della nuova, moderna agricoltura. Siamo pronti – ha detto Campione – a sostenere tutti quegli imprenditori onesti e trasparenti che lavorano in agricoltura con serietà e passione”. Luca Bacchi, direttore del Condifesa, ha infine aggiornato i produttori sui vantaggi della sottoscrizione di polizze assicurative per tutelare le produzioni dalle calamità atmosferiche.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi