VALLE DEL SACCO
28 settembre 2013

VALLE DEL SACCO

Coldiretti rilancia sulla Valle del Sacco. Durante l'incontro che si è
svolto venerdì scorso, presso la CCIAA di Frosinone, alla presenza del
Governatore Zingaretti e degli Assessori Fabiani e Valente, il Presidente
della Coldiretti ciociara, Vinicio Savone, ha ripreso il tema della Valle
del Sacco. "Sono anni che si parla di bonifica della Valle del Sacco,
ma finora, purtroppo, ancora nulla è' stato fatto. Di certo, c'è
solo l'interdizione totale alla coltivazione e all'allevamento
lungo tutto il fiume, che ha provocato enormi danni agli agricoltori e ha
avuto l'effetto dell'abbandono dei terreni, senza mai procedere
alla bonifica degli stessi. Alcuni anni fa fu proposta la coltivazione del
pioppo per la produzione di cippato da biomassa, ma poi nessuno ha mai
ritirato il prodotto, aggiungendo anche la beffa per quegli sventurati
agricoltori che seguirono il consiglio. E' vergognoso che da anni ci
siano ancora agricoltori in attesa del risarcimento dei danni per la
distruzione delle coltivazioni e per l'abbattimento degli animali,
molti dei quali sanissimi e abbattuti solo a scopo precauzionale".
Coldiretti, quindi, torna a chiedere il pagamento immediato dei danni
subiti, ma propone anche una soluzione per consentire agli agricoltori di
tornare a coltivare i terreni. "E' scientificamente dimostrato
che alcune coltivazioni hanno un elevato effetto di fitodepurazione dei
terreni, scindendo e assorbendo gli elementi inquinanti. Calcoliamo che
con un incentivo di 500 €/ha si potrebbero mettere a dimora colture
dedicate, ad esempio canna lungo le sponde del fiume e mais da insilato
per alimentare impianti a biogas o girasole o colza per impianti bio
diesel, che consentirebbero di ottenere nel tempo la bonifica del
territorio e la redditività per gli agricoltori. I terreni interessati
ammontano a 800 ettari, quindi con uno stanziamento di 400.000 € annui, e
non con progetti milionari e forse inattuabili, si inizierebbe ad
affrontare e risolvere concretamente il problema agricolo e ambientale
della Valle del Sacco" - conclude il Presidente Savone. Da parte sua
Coldiretti Frosinone attraverso il direttore provinciale Paolo De Cesare
garantisce il proprio impegno nella direzione auspicata anche a livello
regionale dall’organizzazione al fine di dare concretamente uno scenario
attivo e idoneo alle attese degli imprenditori agricoli e della
cittadinanza tutta della zona che da tempo attende risposte e non
vuole più ascoltare solo promesse.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi