Vertenza Latte
5 luglio 2010

Vertenza Latte

Dopo il consigliere regionale Francesco Scalia anche da vari comuni della provincia di Frosinone arrivano le adesioni al tavolo di crisi permanente per il latte ciociaro istituito dalla Coldiretti di Frosinone. Infatti, dopo che diversi amministratori hanno chiesto modalità e tempi per aderire, proprio la Coldiretti ciociara rende noto che il comune di Alvito ha aderito, tramite l’apposito modello inviato a tutti i sindaci del territorio ciociaro oltre che a Provincia e Camera di Commercio, al tavolo di crisi. “Ringrazio l’assessore all’agricoltura ed ambiente del comune di Alvito, Francesco Persichetti, che ha sottoscritto l’adesione manifestando attenzione e sensibilità alle nostre rivendicazioni per il prezzo del latte – ha commentato Gianni Lisi direttore provinciale dell’organizzazione agricola presieduta da Loris Benacquista. “E’ quanto mai importante, in questa fase della delicata vertenza con la centrale del latte di Roma, - ha aggiunto Lisi - dare manforte alla nostra mobilitazione. Lo stato di agitazione è aperto e sino a quando non ci saranno risultati tangibili andremo avanti ad oltranza. Se nei prossimi giorni, durante le riunioni già convocate in Regione, non verranno date risposte ritenute adatte alle nostre richieste, siamo pronti a scendere nuovamente in piazza. Avere l’appoggio dei referenti istituzionali del territorio, oltre che dei cittadini, è senza dubbio importante ed incoraggiante poiché la remunerazione per i produttori ciociari di un prodotto importante come il latte rappresenta una questione di dignità per tutto il territorio.Allo stesso modo attivare un percorso, come da noi richiesto, che salvaguardi la rintracciabilità e la sicurezza alimentare a km0 è ormai un’opportunità da realizzare proprio con l’ausilio delle Istituzioni”. In conclusione Lisi torna a chiedere attenzione ai primi cittadini ed ai rappresentanti politici del territorio. “Aderire al nostro tavolo permanente di crisi per il latte rappresenta un segnale importante per la nostra economia e per la sopravvivenza del settore agricolo ciociaro e dell’indotto che garantisce un numero di occupati importante proprio in una fase come quella attuale che ogni giorno mette in evidenza la crisi dei posti di lavoro”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi