COLDIRETTI LAZIO: CONVEGNO AL CONSIGLIO REGIONALE DI VIA DELLA PISANA
29 ottobre 2013

COLDIRETTI LAZIO: CONVEGNO AL CONSIGLIO REGIONALE DI VIA DELLA PISANA

Si svolgerà domani, mercoledì 30 ottobre, alle ore 9.30 presso la Sala Mechelli del Consiglio Regionale del Lazio alla Pisana, il Convegno organizzato dalla Coldiretti Lazio sui danni causati all’agricoltura dalla fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali che infestano le campagne soprattutto nelle zone di Amatrice, Vallepietra, Bracciano e più in generale il Reatino, la zona a nord di Roma, alcune zone del Viterbese, della Ciociaria e della provincia di Latina.
Danni che ormai, nella sola regione del Lazio ammontano a circa 3 milioni di euro.

Al Convegno, dal titolo emblematico “Danni da fauna selvatica: a rischio un modello di sviluppo e la sopravvivenza delle aziende agricole del Lazio. A.A.A. soluzioni offresi”, interverranno il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri; il presidente dell’VIII^ Commissione del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Ciarla; l’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Sonia Ricci e Andrea Fugaro di Coldiretti Lazio.
Modererà il direttore di Coldiretti Lazio, Aldo Mattia. Saranno presenti, tra gli altri, i membri di maggioranza e opposizione dell’VIII^ Commissione Consiliare della Regione Lazio e circa 200 agricoltori in rappresentanza delle imprese del Lazio maggiormente danneggiate.

L’obiettivo che Coldiretti Lazio vuole raggiungere attraverso l’organizzazione di questo Convegno, è di portare delle proposte operative ed una proposta di legge regionale per affrontare in modo organico e strutturale il problema dei danni causati dal passaggio di questo tipo di fauna.

Una fase propositiva, dunque, dopo la protesta. Infatti, la Coldiretti Lazio aveva organizzato, il 2 agosto scorso a Passo Corese, in provincia di Rieti, una maxi assemblea con migliaia di produttori con l’obiettivo di sollecitare la politica ad affrontare il problema trovando le soluzioni più efficaci e in tempi rapidi per evitare la chiusura delle tante aziende danneggiate.

La stessa Coldiretti Lazio che, attraverso una lettera congiunta a firma del presidente David Granieri e del direttore Aldo Mattia, inviata il 29 luglio scorso e indirizzata all’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Sonia Ricci, aveva formalizzato una proposta articolata in tre punti e alla quale non era giunta alcuna risposta.

La Coldiretti Lazio chiedeva e chiede tuttora: la garanzia di adeguati stanziamenti sul bilancio regionale specificamente dedicati al ristoro dei danni causati dalla fauna selvatica ed in particolare dagli ungulati; la redazione di un piano di abbattimento selettivo e cattura degli ungulati con l’obiettivo di riportare la popolazione dei cinghiali a livelli compatibili con un buon equilibrio dell’ecosistema agricolo delle zone maggiormente interessate e la creazione di un fondo di solidarietà regionale per i danni da fauna selvatica sul modello di quello previsto per le calamità naturali, magari da finanziare anche con i fondi del prossimo Piano di Sviluppo Rurale regionale.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi