CREDITO
20 gennaio 2010

CREDITO


 Nei giorni scorsi, a conclusione del Tavolo Tecnico Abi e Mef, sono state regolamentate e inserite nel documento sulla moratoria sui debiti bancari, come parte integrante e sostanziale, alcune forme di impiego peculiari per le Piccole e Media Imprese Agricole, quali ad esempio i finanziamenti cambializzati (sconto e rilascio del titolo).
“Grazie al pressing del CreditAgri Coldiretti – sottolinea Gabriel Battistelli, direttore della Coldiretti di Viterbo - è stato raggiunto l'accordo con Abi e Ministero dell'Economia e Finanze per la sospensione temporanea del rimborso dei debiti bancari ottenuti con lo sconto e il rilascio di cambiali agrarie. Si tratta di un  primo e importante passo per venire incontro alle difficoltà che le imprese agricole incontrano nel far fronte agli impegni finanziari alla luce della grave situazione in cui versa l’intero settore”.
L’avviso prevedeva già la sospensione per un anno del pagamento delle rate di mutuo limitatamente alla quota capitale; la sospensione per un anno del pagamento dei canoni di leasing immobiliare; la  sospensione per sei mesi del pagamento dei canoni di leasing mobiliare; l’allungamento di nove mesi delle scadenza debitorie di breve termine riferite unicamente ad operazioni di anticipazioni di crediti certi ed esigibili.
A queste sono state ora aggiunte le seguenti operazioni:
- Operazioni di allungamento a 120 giorni delle scadenze del credito a breve termine stipulato ai sensi dell’articolo 43 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, perfezionato con o senza cambiali. Sono esclusi dalla misura i finanziamenti a breve di anticipazione dei premi comunitari.
- Operazione di sospensione di 12 mesi della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio e lungo termine assistiti da rilascio di cambiali.
“Nella versione precedente – afferma Ermanno Mazzetti, vice direttore di Coldiretti Viterbo e responsabile provinciale di CreditAgri - l’Avviso Comune escludeva dalla sospensione delle rate i finanziamenti e le operazioni creditizie e finanziarie con agevolazione pubblica, nella forma del contributo in conto interessi e/o in conto capitale. Ora, invece, i  finanziamenti e le operazioni creditizie e finanziarie con agevolazione pubblica nella forma del contributo in conto interessi e/o in conto capitale possono essere oggetto dei benefici qualora l’Ente erogante l’agevolazione ne abbia deliberato, con propri atti vincolanti, l’ammissibilità. Lo sportello Agricredito di Viterbo, Consorzio Fidi di Coldiretti, - conclude Mazzetti - ha superato quota 1,3 milioni di euro di finanziamenti dedicati alle imprese agricole della provincia e presta un servizio di assistenza alle imprese che hanno necessità di operare degli investimenti aziendali legati anche al piano di sviluppo rurale, agevolando l’accesso al credito e accompagnando le aziende associate lungo un ottimale percorso di crescita e di sviluppo di lungo periodo”. Il consorzio Agricredito è convenzionato con i maggiori istituti di credito presenti sul territorio e le imprese agricole che vogliono usufruire di tale servizio, possono rivolgersi sia presso le locali sezioni o direttamente presso la sede centrale della Coldiretti di Viterbo.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi