21 Marzo 2021
#ILGIARDINODIDONPAOLO DEI GIOVANI DI COLDIRETTI LAZIO

“Noi che abbiamo avuto la fortuna di conoscere e di vivere Don Paolo, abbiamo perso un Uomo vero, un Amico unico, un confronto leale, una Strada sicura, un abbraccio sincero. Certamente avremo una Stella che ci guiderà, ma ci mancherà ogni giorno la sua Parola delicata come una piuma, forte come una Montagna”. Sono le parole di Coldiretti Lazio e dei Giovani Impresa per ricordare Don Paolo Bonetti, il consigliere ecclesiastico di Coldiretti nazionale che si è spento a Gorizia. La federazione regionale di Giovani Impresa in sua memoria stanno dedicando un giardino speciale nelle aziende degli agricoltori. Un giardino che abbraccerà il nostro Paese. Tante le adesioni e le foto ricevute solo nel Lazio. 

Chiunque vorrà partecipare potrà farlo piantando una quercia o un olivo e pubblicare la sua foto taggando @ColdirettiGiovaniImpresa e @ColdirettiGiovaniImpresaLazio, usando l’hashtag #ilgiardinodidonpaolo

“La forza, la capacità di impegno, l'assunzione di responsabilità di  Coldiretti  vengono da  lontano. Partendo dalla sua storia possiamo aprirci a un realismo fiducioso, frutto del suo patrimonio etico e spirituale, bussola per muoverci sui nuovi scenari senza disperdere  gli  orizzonti valoriali”. Sono le parole che lui stesso aveva pronunciato nel discorso di insediamento. “Un sacerdote di grande umanità e di raffinata intelligenza”. E’ così che lo descrive chi ha avuto la fortuna di conoscerlo. La notizia della sua scomparsa ha sconvolto la Confederazione.  

Don Paolo ricopriva dal 1986 il ruolo di consigliere ecclesiastico provinciale della Coldiretti Gorizia, mentre dal 1999 aveva assunto quello regionale del Friuli Venezia Giulia. Nel novembre del 2012 era arrivata la nomina consigliere ecclesiastico nazionale, disposta dal Consiglio Episcopale Permanente della Conferenza Episcopale Italiana.

 

“La Coldiretti perde un grande grandissimo uomo e Dirigente che rimarrà per sempre nel nostro cuore” ha affermato il segretario generale della Coldiretti Enzo Gesmundo mentre il Presidente Ettore Prandini lo ha ricordato come “esempio di vita che nei momenti più difficili ha sempre trovato le parole e i gesti giusti per spronarci ad andare avanti.”

 

I funerali di don Paolo si celebreranno lunedì 22 alle ore 11.00 presso la Parrocchia di Maria SS. Regina situata in Via Monte Santo 73 a Gorizia. Il feretro sarà esposto dalle 8.30 alle 10.00 per l’ultimo saluto. I funerali saranno trasmessi anche in streaming sul canale predisposto dall’Arcidiocesi di Gorizia. La salma sarà poi trasferita a Gradisca di Isonzo dove verrà sepolta nella tomba di famiglia.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi