14 dicembre 2018
NATALE, COLDIRETTI LAZIO: “AL MERCATO DI CAMPAGNA AMICA AL CIRCO MASSIMO I TUTOR DELLA SPESA NATALIZIA”

Per difendersi dalle contraffazioni, riconoscere la qualità dei prodotti e fare acquisti consapevoli, anche in vista del cenone della Vigilia e del pranzo di Natale, sabato 15 e domenica 16 dicembre, al mercato di Campagna Amica al Circo Massimo (via di San Teodoro, 74), ci sarà ampio spazio per i tutor della spesa e per gli agrichef, pronti a dare utili consigli natalizi, dai tipici cesti alle ricette tradizionali. Non solo informazioni sui luoghi di produzione e sui metodi utilizzati, ma anche istruzioni per leggere bene le etichette, valorizzazione della biodiversità e suggerimenti per risparmiare tagliando gli sprechi e recuperando gli avanzi.

Questo weekend un’attenzione particolare sarà dedicata ai prodotti della filiera ovina che nel Lazio (terza regione italiana per patrimonio ovi-caprino con circa 7.000 allevamenti e oltre 700.000 capi) vive un momento difficile a causa del prezzo del latte riconosciuto dalle industrie che non copre neanche i costi di produzione degli allevatori. Una problematica sottolineata più volte dalla Coldiretti Lazio che da tempo ha presentato una piattaforma di proposte alle istituzione competenti.

Spazio dunque, all’interno dei menù contadini preparati per il pranzo, all’abbacchio alla scottadito, la pecora al sugo e il caciofiore, e alle degustazioni dei pecorini e delle ricotte presenti al mercato. Prodotti a chilometro zero, genuini, che è possibile acquistare senza intermediazioni e che garantiscono maggiore freschezza perché non devono essere trasportati per migliaia di chilometri (è stato stimato che un pasto medio prima di arrivare in tavola percorre più di 1900 km su camion, nave o aereo).

Nel corso della giornata di sabato 16, presso il Mercato del Circo Massimo, ci saranno anche altre iniziative, a partire dall’incontro, alle ore 10.30, “Biodiversità e paesaggio rurale della campagna romana”, promosso in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma per far conoscere il prezioso patrimonio agroalimentare regionale. Il Lazio, infatti, nel 2018 ha ottenuto 409 Bandiere del Gusto per prodotti tradizionali, molti dei quali salvati dall’estinzione grazie al grande lavoro degli agricoltori che hanno tramandato vere e proprie eccellenze locali, espressioni di un territorio che vanta anche 26 tra DOP e IGP (dall’abbacchio IGP alla ricotta romana DOP).

 

 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi