POMEZIA
12 giugno 2017

POMEZIA


 
“Si torna alla normalità, dopo più di un mese senza poter coltivare, raccogliere e vendere i prodotti della terra”. David Granieri, presidente della Coldiretti del Lazio, esprime soddisfazione per la riduzione da 5 chilometri a 716 metri della fascia di interdizione alla raccolta di frutta e ortaggi, al pascolamento degli animali allo sfalcio del fieno e a Pomezia e Ardea a seguito del rogo alla EcoX. In quei pochi metri non ci sono attività agricole. “Ma non possiamo dimenticare che per oltre un mese – dice Granieri – le 150 aziende insediate nei 4.000 chilometri della perimetrazione individuata dalle autorità sanitarie hanno di fatto sospeso ogni attività produttiva. Parliamo di 150 famiglie che non hanno potuto raccogliere i frutti del loro lavoro, né venderli sul mercato e nemmeno nei loro punti per la vendita diretta frequentati ogni giorno da centinaia di consumatori, con l’azzeramento totale della loro unica fonte di reddito. Rinnoviamo il nostro invito alla Regione Lazio – conclude Granieri – a prevedere indennizzi una tantum per ristorare, seppure parzialmente, le perdite economiche causate dal mese di inattività forzata”. Perdite che, da una stima approssimativa, superano i 15 milioni di euro. “Confermiamo inoltre – aggiunge il direttore della Coldiretti del Lazio, Aldo Mattia – la volontà di costituirci parte civile in caso di procedimenti giudiziari. È inammissibile che il sistema agricolo locale debba pagare le conseguenze di un disastro la cui origine va ricercata altrove”.    

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi